BIMBO IN ARRIVOOO….?!?!?!?…..POSSO CONTINUARE A FARMI LE UNGHIE??

Il mio lavoro mi porta per la maggior parte a condividere il tempo con un pubblico femminile e devo dire che in quattordici anni di attività ne ho viste parecchie di future e neo mamme.

Questo è un argomento bello quanto delicato da affrontare e devo essere in grado di dare una risposta soddisfacente alla cliente , la quale , in un momento così particolare sarà subissata da dubbi e mille domande. Quando una cliente scopre di essere incinta oppure la cosa rientrerà a breve  nei suoi progetti, la primissima domanda che  mi verrà fatta sarà..:

 “ Posso continuare  a farmi la ricostruzione unghie anche durante la gravidanza??

e la mi primissima risposta sarà SI !!!

 Puoi continuare ad indossare unghie artificiali in completa sicurezza (gel, acrilico, acrygel , mettere lo smalto semipermanente o semplicemente una manicure con smalto tradizionale).

Non c’è motivo di credere che utilizzare un rivestimento sulle nostre unghie durante il periodo della gravidanza possa risultare pericoloso.

Gli ingredienti che vengono utilizzati per realizzare i prodotti per le unghie , vengono quotidianamente impiegati ampiamente anche in altri settori, soprattutto nel campo medico, un esempio?… per la realizzazione di protesi ossee; e sono tra gli ingredienti più studiati in tutto il mondo.

I prodotti che noi onicotecniche andiamo ad utilizzare sulle unghie, e parlo riferendomi a prodotti di qualità e consapevolmente utilizzati in sicurezza, polimerizzano e si induriscono in 3 minuti.

Questa tempistica elimina la possibilità che il prodotto possa penetrare nello strato più superficiale della lamina ungueale.

Quindi ???

I materiali impiegati nell’industria del settore nails NON creano nessun rischio alle future mamme, sia per quanto riguarda voi clienti che per quanto riguarda l’onicotecnica stessa che lavora.

E ti spiegherò il perché….

seguimi nella lettura di questo articolo .

Innanzitutto  vorrei iniziare brevemente da un concetto, che ritengo essere fondamentale come punto di partenza quando si vuole approfondire un determinato argomento legato a questo settore, qualunque esso sia, ovvero l’Anatomia dell’Unghia.

Le nostre unghie , oltre ad essere una parte del nostro corpo a cui prestiamo particolare attenzione nell’abbellirla soprattutto esteticamente , hanno un compito importantissimo , ovvero di PROTEZIONE.

Rappresentano un vero e proprio scudo; non solo proteggono l’ultima falange delle nostre dita da urti, botte e traumi a cui sono quotidianamente esposte, ma la sua struttura fa si che poche siano le sostanze che possono penetrarla .

La nostra lamina è formata da tantissimi strati di cellule di cheratina (variabile da 50 a 100 strati) ed è una parte morta del nostro corpo.

Forse non bello da sentire …”Parte morta”, ma qui colgo rapidamente l’occasione per sfatare uno dei Falsi Miti  più comuni che si sentono dire in giro …, ovvero le unghie hanno bisogno di respirare L

Sicuramente almeno una volta nella ti sarai sentita dire una frase del genere …

ecco !!! DEVI sapere che non è assolutamente vero!!

E se la tua estetista od onicotecnica ogni tanto ti dice di sospendere i trattamenti nails perché le unghie devono respirare , vuol dire che non sei nel posto giusto e c’è un problema di base…

Le nostre unghie :

  • NON sono vive,
  • NON devono respirare,
  • NON hanno i polmoni
  •  NON sono nemmeno in grado di assorbire l’aria nelle loro cellule.

Il 100% dell’ossigeno di cui la matrice ha bisogno per dare vita alla nuova lamina lo assimila dal nostro circolo sanguigno e non dall’esterno del nostro corpo, quindi tutto ciò di cui ha bisogno la nostra lamina per crescere in salute e funzionare in modo corretto lo assimila dal flusso sanguigno.

Ne l’aria o altri tipi di nutrimenti provenienti dall’esterno possono essere assorbiti dalla lamina .

Le unghie  normali e sane continuerebbero a crescere  e a svilupparsi anche in un ambiente privo di aria fino a che il flusso del sangue in condizioni di salute arrivi fino ad essa.

E qui mi riallaccio al concetto di unghia vista come uno scudo , perché per l’appunto poche sono le sostanze che riescono a penetrarla .

Come riportato sopra la nostra unghia è composta da strati di cellule di cheratina schiacciate e unite tra di loro e grazie alla loro struttura fa si che pochissime siano le sostanze in grado di poter penetrare la lamina e tra queste troviamo l’acqua e solamente alcuni tipi di olii (es. cocco, avocado e jojoba), i quali hanno una struttura molecolare simile agli olii che vengono prodotti naturalmente dal nostro corpo attraverso le ghiandole sebacee , le quali non sono presenti nella nostra unghia.

All’interno della struttura laminare abbiamo canali specifici dove acqua e olio possono passare e raggiungendo un giusto equilibrio tra loro rendono l’unghia più flessibile e resistente (Vedi articolo del Blog IL SEGRETO PER AVERE E MANTENERE FORTI E SANE LE TUE UNGHIE.”)

In presenza di un unghia con una struttura omogenea  e compatta , altre sono le sostanze che possono penetrare la lamina , ma solamente gli strati più superficiali , come la nicotina o la tinta per capelli, che nonostante abbiano molecole molto piccole non vanno oltre questi primi strati macchiandola perché fanno comunque fatica, a differenza di acqua ed olio ad evaporare , e di conseguenza ritornare in superfice .

La nostra unghia in perfetta salute (assieme l’iponicchio, i valli laterali e la zona cuticola ) ha il  compito di non fare entrare i patogeni  all’interno del nostro corpo.

Ho specificato in perfetta salute , per il semplice motivo che in presenza di una lamina spezzata , una ferita o abrasione , quindi quando viene a mancare una struttura laminare integra e compatta o tessuti periungueali lesi , è più alta la possibilità che qualsiasi prodotto possa arrivare al circolo sanguigno.

Dopo questi accenni relativi all’anatomia dell’unghia naturale, dove ci tenevo a far capire come le nostre unghie siano veramente una barriera eccezionale e che anche durante la gravidanza puoi stare tranquilla che nessun prodotto utilizzato nel salone andrà oltre gli strati superficiali della lamina.

Ci tengo ad approfondire anche altri concetti , in modo che tu possa chiarire tutti i tuoi dubbi.

Purtoppo c’è ancora molta disinformazione in giro , sia tra le onicotecniche ma anche nel campo medico, se poi consideriamo che alcuni medici non sono molto simpatizzanti nei confronti di questo settore.

Da una parte troviamo coloro che hanno falsi preconcetti e si basano su luoghi comuni senza fare approfondimenti in merito , mentre altri hanno conoscenza e consapevolezza che i prodotti per unghie e la ricostruzione in se non portano nessun problema se ci si affida a persone competenti che hanno una determinata formazione e che lavorano in tutta sicurezza per le proprie clienti e per loro stesse .

Vorrei che tu non rinunciassi a prenderti cura di te , concedendoti un tuo momento di relax per questo vorrei spiegarti che puoi tranquillamente continuare i tuoi trattamenti unghie anche durante questi nove mesi.

Dopo aver chiarito brevemente attraverso l’anatomia che l’unghia non permette l’accesso a molte sostanze , ti dico anche che :

  • I preparatori (Primer) che vengono utilizzati prima di applicare qualunque tipo di prodotto che andrà a rivestire la tua unghia , sono del tutto sicuri , per il semplice motivo che essi nascono con la funzione di mediatori di aderenza (biadesivo) tra la tua lamina e il prodotto, quindi la sua formulazione è studiata appositamente per rimanere sulla superfice .
  • Gli smalti tradizionali (che asciugano all’aria per capirci) sono stati utilizzati da sempre per anni , e nel corso di questi anni migliorati , ma anche discriminati da storie forvianti  che hanno fatto si che venissero ritenuti dannosi, ma solo frutto di manovre da parte di attivisti  che hanno messo in atto strategie di marketing ingannevoli , basandosi sulla paura del consumatore finale . Definendo tossiche alcune sostanze contenute al loro interno come ad esempio il Toluene, il DPB (Dibutiftalato) e la Formaldeide, quando per via del quantitativo presente o la loro volatilità tossiche o dannose non lo sono.

Studi accertati (sito del Consiglio di Sicurezza dei Produttori per Unghie) hanno comprovato che sono solo frutto di strategie messe in atto dai produttori , per lanciare sul mercato gli smalti 3-Free,4-Free ecc.

Gli smalti sono sicuri e lo sono sempre stati in questi anni sono solo andati a migliorarne la composizione , non devi farti abbindolare da pubblicità ingannevole.

  • Gel /Acrilico/Acrygel o Smalto Semipermanente possono creare qualche disappunto non tanto per la loro pericolosità presso che nulla, se usati in sicurezza; quanto per l’odore che può dare fastidio, soprattutto facendo riferimento all’acrilico che è molto più forte; il forte odore non è comunque sinonimo di tossicità del prodotto, se l’odore è persistente evidentemente il locale  è sovraesposto e quindi la ventilazione dell’ambiente non è adeguata.

Un medico ben informato , ti suggerirà di evitare il fumo e assumere bevande alcoliche , dato che studi hanno riscontrato che possono causare problemi al feto ;ma fortunatamente non ci sono studi scientifici che comprovano la pericolosità dei prodotti per unghie durante la gravidanza.

L’importanza è affidarsi a centri nails seri, con la giusta formazione e soprattutto che lavorano in sicurezza , ti elencherò alcune regole che dovrebbero essere eseguite in un salone che lavora in sicurezza ma sempre e non solo quando la cliente o l’onicotecnica stessa sono in attesa di un bambino.

Per questo motivo se il lavoro viene svolto in modo corretto e appropriato , durante questo periodo le attenzioni dovranno essere solamente più accorte ma non stravolte, perché è regola lavorare in un determinato modo per salvaguardare la nostra salute.

  • Usare prodotti di qualità e attenersi alle istruzioni del produttore e seguire le avvertenze riportate sulla confezione
  • Smaltire correttamente i rifiuti , svuotando quotidianamente i cestini ,i quali dovranno avere chiusure automatiche , in modo che le esalazioni non contaminino l’ambiente.
  • Evitare il contatto della pelle direttamente con i prodotti: gel, acrilico. primer,etc.

Sia per l’onicotecnica che per la cliente, in quanto una sovraesposizione potrebbe con il tempo sensibilizzare la pelle creando allergie.

  • Utilizzare guanti ad ogni cliente, meglio in nitrile , per igiene e minimizzare il contatto cutaneo.
  • Lavarsi spesso le mani, prima di iniziare un servizio con la cliente che a sua volta verrà invitata al lavaggio delle proprie mani.
  • Non toccarsi il viso o cibi con le mani sporche, soprattutto se sei entrata a contatto diretto con i prodotti.
  • Sigillare bene i contenitori per evitare contaminazioni e ridurne l’evaporazione.
  • Indossare una mascherina anti polvere adatta (Ffp2) ed eventualmente utilizzare oli per la fresa per ridurre le polveri durante la limatura.
  • Assicurarsi che il locare abbia un sistema di ventilazione  corretto e che sia arieggiato adeguatamente.

Questi sono tra i principali accorgimenti che un salone dovrebbe adottare per lavorare in modo sicuro e tu futura o neo mamma , se ti rendi conto che il posto in cui ti trovi esegue queste procedure puoi stare serena e goderti la tua manicure o pedicure.

Quindi a meno che durante questo periodo tu non sia diventata particolarmente sensibile agli odori , ma potrebbe verificarsi anche per un profumo personale, oppure ci siano particolari situazioni certificate dal medico, non corri nessun pericolo, ne tu ne il tuo bambino.

L’importante è rivolgersi ad un personale competente che sia in grado di darti le spiegazioni di cui hai bisogno e che ti metta in sicurezza fornendoti:

  • Ambiente pulito e arieggiato e accogliente,
  • Lavaggio delle mani prima e a fine trattamento,
  • Mascherina per le poveri sottili in casi di necessità.

Inoltre durante questo periodo uno degli argomenti che emergono sono la crescita esponenziale di unghie e capelli.

Alcuni sostengono che questa repentina crescita sia dovuta all’assunzione delle Vitamine Prenatali, vitamine (es. Acido folico del gruppo vitamina B) assunte prima e durante la gravidanza e spesso durante la fase di allattamento, per garantire che i bambini ricevano i giusti nutrienti essenziali di cui hanno bisogno.

Anche questa affermazione risulta non essere corretta.

Durante la gravidanza , soprattutto verso la fine tra il 9° mese e l’inizio del parto la crescita delle unghie aumenta notevolmente indipendentemente che tu abbia assunto le vitamine.

Le unghie già dal 4° mese inizieranno a crescere più velocemente e forti raggiungendo l’apice attorno al 9°  per poi ritornare alla normalità con un andamento più lento dopo un mese dal parto.

Questa fase di graduale aumento di crescita come ti dicevo avverrà indipendentemente dalle vitamine , soprattutto perchè è collegata ad un fattore ormonale del corpo durante la gravidanza .

È importante seguire una corretta alimentazione e utilizzare un olio per unghie di alta qualità se vorrai mantenerle forti e sane , non lasciarti convincere in cose che non danno risultati concreti e ti fanno buttare via soldi inutilmente.

Spero che con queste righe di averti aiutata a fare un po’ più di chiarezza e di esserti stata utile, di averti fatto conoscere qualcosa in più per farti trascorrere questo periodo in serenità non rinunciando ad avere unghie sane e forti e ovviamente bellissime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *