Quanto è importante una corretta detersioni mani?

Le nostre mani , rappresentano sicuramente  la parte del nostro corpo più esposta alle aggressioni esterne; nessun lavoro o attività ne esula il loro utilizzo.

Ogni giorno, per piacere o per dovere, esse vengono a contatto con oggetti, persone, ambienti, sostanze che possono irritare o danneggiare e questo ci porta a doverle lavare spesso , senza prestare troppa attenzione al detergente che andiamo ad utilizzare.

La nostra pelle non è tutta uguale , ma varia da persona a persona , inoltre può essere influenzata da diversi fattori, come ad esempio:

  • il sesso ( la pelle di una donna presenta caratteristiche differenti rispetto alla pelle di un uomo);
  • dall’età dell’individuo;
  • le fasi del ciclo mestruale;
  • la flora batterica e il grado di sudorazione;
  • dalla parte del corpo che viene presa in considerazione ( es. la pelle delle mani piuttosto che quella dei piedi);

ma anche da fattori esterni:

  • il tipo di lavoro che si svolge;
  •  gli indumenti che vengono indossati;
  •  l’ambiente e il luogo in cui si vive.

Quello che distingue il tipo di pelle, ovvero una pelle secca da una pelle normale, una pelle grassa da una pelle mista e così via è il suo pH.

Il pH è l’“unità di misura” che ci permette di definire il grado di acidità della pelle.

La  nostra pelle in perfetta salute ha un pH del 5,5  di media (in una scala che va da 1 a 14), leggermente acido.

Questa acidità naturale protegge la pelle dai batteri e ne preserva la funzione di barriera protettiva. Però quando entriamo a contatto con le aggressioni esterne, il film idrolipidico  ,presente sulla nostra pelle si altera ,  il pH perde il suo equilibrio e di conseguenza anche l’aspetto della nostra pelle cambierà

  • Se la pelle è secca, il suo pH è inferiore a 5.5 ,molto acida e quindi necessita di una nutrizione profonda.
  • Se la pelle è grassa, il suo pH è superiore a  6,5, basica, e  bisognerà quindi renderla più acida.

In riferimento al pH della pelle, in questo caso mi limito, visto il mio ruolo di onicotecnica , ovviamente a mani e piedi ; valuteremo come andarli  a trattare  per non alterare il film idrolipidico e abbattere questa barriera protettiva.

Il pH dei detergenti deve rispettare il pH cutaneo e oscillare intorno a valori di 5,6, in modo da non essere troppo aggressivi.

La scelta dei prodotti per la detersione delle mani deve quindi ricadere su prodotti delicati ,meglio ancora se arricchiti di sostanze nutrienti, che rispetti il pH fisiologico della pelle, mantenere integra la composizione del film idrolipidico dell’epidermide come la Mousse Detergente Mani di Les ongles, soffice , morbida e vellutata a pH isodermico, formulata per detergere le mani ogni volta che si sente l’esigenza, pratica e non richiede risciacquo.

Grazie alla presenza di Olio di Argan e di Aloe conferisce una piacevole sensazione rigenerante, lasciando la pelle nutrita e delicatamente profumata, inoltre la presenza di Clorexidina gli conferisce una funzione disinfettante.

Oppure Olio Sapone Argan di Les Ongles, detergente adatto non solo per le mani ma anche per tutto il corpo, idrata e protegge la pelle lasciandola morbida, vellutata e perfettamente pulita; grazie alla presenza di Olio di Mandorle dolci , Olio di soia , Tocoferolo è indicato soprattutto a chi entra spesso a contatto con l’acqua e per la cute secca, in presenza di reazioni allergiche o intolleranze verso detergenti tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *